Tendenze, zainetto in pelle, Nanot
Lifestyle

Lo zainetto in pelle: perché essere di tendenza è anche questione di fortuna

Quali sono le tendenze più hot del momento? So che molte donne e ragazze se lo chiedono in continuazione. Io no. Non riesco proprio a prestare attenzione alle meteore della moda, al glam, al fashion. Sfoglio le riviste femminili patinate solo quando sono da mia madre, che ne acquista a decine ogni settimana. Le sfoglio senza dar loro alcuna importanza, solo per staccare la mente dal lavoro e dalla routine, solo per rilassarmi. Controllo ogni giorno il profilo Instagram di Chiara Ferragni, ma sinceramente di come si veste non me ne frega proprio niente. Certo, anche io vorrei tanto avere una delle sue felpe con gli occhioni ammiccanti proprio lì sopra le tette. Ma non perché siano di tendenza, perché mi piacciono. Proprio come questa estate avevo braccialetto, cavigliera e collana con le conchiglie.

Di moda e tendenze insomma ci capisco veramente il giusto! Come ho detto, non mi interessa, ma devo ammettere che quando qualcosa che indosso da anni con noncuranza diventa alla moda, un po’ gongolo. Per qualche istante mi sento glam anch’io, con qualche piccola scintilla che mi fa sentire luminosa e chic. Dura un istante soltanto, poi torno al mio quotidiano, ma è una bella sensazione, gongolare un po’. Ed è proprio questo ciò che ho provato qualche mese fa, quando ho scoperto proprio sulle riviste patinate di mia mamma che va di moda lo zainetto in pelle.

Lo zainetto in pelle! Capite? Lo indosso da sempre, da quando ho iniziato a vestirmi da sola. Mi ha accompagnato alle scuole superiori, all’università, durante gli anni di fidanzamento. È sempre stato lì al mio fianco, dal mattino fino alla sera, anche quando tutti dicevano che gli zaini sono adatti solo per il tempo libero, per i pic nic, per le gite fuori porta. E adesso invece è tornato di moda, ha sfilato in passerella, è in tutte le vetrine della città e su tutti i fashion blog più importanti.

Ma proprio mentre stavo esultando e ripetendomi tutto questo, ecco che il mio zaino in pelle ha iniziato a mostrare i segni dello scorrere del tempo, ferite inguaribili. Per fortuna ci ha pensato mio marito, che sotto l’albero di Natale mi ha fatto trovare uno zaino semplicemente incredibile! Tra l’altro questo zaino che ormai è entrato a pieno titolo a far parte del mio quotidiano è di Nanot, brand di abbigliamento, beachwear couture, accessori handmade in Tuscany. Le più belle tradizioni italiane si intrecciano con le nuove tecnologie in Nanot, una realtà che presta una grande attenzione alla scelta dei materiali, alla ricerca, all’innovazione.

Il mio zainetto Nanot è di un blu intenso, colore della notte, perfetto per me che sono sempre in jeans. È casual, è vero, ma può essere indossato praticamente su tutto. Versatile e capace di adattarsi, non potrei chiedere di più dato che la sola idea di spostare tutto quello di cui ho bisogno da una borsa all’altra mi pietrifica. Un solo zaino per ogni giorno, un solo zainetto in pelle per ogni occasione! Grazie maritino mio, grazie Nanot, grazie mondo della moda, a cui non appartengo, ma di cui di sicuro in qualche modo proprio grazie a questo zainetto faccio un po’ parte. Ma alla fine nonostante tutto non ne facciamo parte un po’ tutti? Anche chi come me manca un po’ di stile e non va alla ricerca delle tendenze più hot, non è comunque condizionato nel vestire? Ma questo è un altro discorso…

2 commenti

  • Daniela Mei

    Da quando ho visto gli zaini ricomparire nelle vetrine, ho ripreso ad usare il mio vecchio in pelle verde, con grande soddisfazione devo dire. E’ talmente tanta la comodità che ora con i saldi ne ho comprato uno beige per usarlo in estate. Spero che questa moda duri a lungo perchè l’idea della borsa a tracolla o a mano mi fa venire in mente solo una cosa: che lo zaino è più comodo! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *