Perché? 100 storie di filosofi per ragazzi curiosi di Umberto Galimberti Feltrinelli
Libri

Perchè? 100 storie di filosofi per ragazzi curiosi, a cura di Umberto Galimberti, scritto da Irene Merlini e Maria Luisa Petruccelli

Sono passati circa 17 anni dal mio ingresso all’università, facoltà di filosofia. Eppure ricordo ancora oggi in modo vivido la prima lezione di colui che poi divenne il mio redattore alla tesi di laurea. Ci guardò dritto negli occhi, uno ad uno, e ci disse che da quel momento in poi avremmo dovuto imparare a porci le giuste domande, perché è solo in questo modo che possiamo avere l’ambizione di disvelare la verità, su noi stessi, sulla vita, sul mondo. Perché è solo ponendoci le giuste domande che è possibile imparare a non prendere la vita come un prodotto preconfezionato e riuscire ad andare avanti sempre e solo con la propria testa.

Perché? 100 storie di filosofi per ragazzi curiosi di Umberto Galimberti Feltrinelli

Ecco perché sono stata più che felice di ricevere dalla casa editrice FeltrinelliPerché? 100 storie di filosofi per ragazzi curiosi” di Irene Merlini e Maria Luisa Petruccelli, a cura di Umberto Galimberti, un libro questo infatti che mi ha subito fatto tornare in mente quella preziosa lezione di filosofia degli anni universitari. Un libro che ricorda a tutti noi che il bello dell’essere giovani è quello di avere una mente ancora vuota, di non possedere preconcetti di alcun genere, di poter pensare di testa propria, senza alcun condizionamento esterno. Questo è un libro che ci ricorda che le domande tipiche dell’infanzia e della gioventù sono un bene prezioso che merita di essere protetto, che il periodo dei perché che i genitori spesso vivono con frustrazione è uno dei momenti migliori della vita. I perché dei bambini noi genitori avremmo il dovere di coltivarli, anziché silenziarli con poche parole svogliate, annoiate, spesso di sufficienza. Con questo libro a quei perché è possibile dare libero spazio, un libro che aiuta bambini e ragazzi a porsi le giuste domande per riuscire ad allargare i loro orizzonti e capire di più se stessi e tutto ciò con cui quotidianamente si trovano immersi.

Perché? 100 storie di filosofi per ragazzi curiosi di Umberto Galimberti Feltrinelli Platone

La struttura del libro è semplice, ma di grande effetto. Due pagina per ogni filosofo che ha fatto la storia della filosofia da Talete di Mileto a Judith Butler, passando per Aristotele, Cartesio, Kant, Schopenhauer, Deleuze, Vattimo, giusto per fare alcuni nomi. Nella prima pagina una descrizione del filosofo, del suo modo di ragionare, delle domande che si è posto. Non solo, c’è anche un piccolo gioco filosofico alla fine della pagina, che invita il bambino a ragionare, a porsi esso stesso delle domande, a sfidare i grandi enigmi della filosofia, a pensare insomma di testa propria. Nella seconda pagina, un’illustrazione, una raffigurazione del filosofo, così che i bambini possano farsi un’idea del volto di chi quelle parole le ha pronunciate, così che quelle parole non restino appese all’astrattezza, ma diventino un po’ più reali, quasi tangibili.

Perché? 100 storie di filosofi per ragazzi curiosi di Umberto Galimberti Feltrinelli Sartre

Ma attenzione, a mio avviso non si tratta di un testo da lasciare del tutto nelle mani dei bambini. I genitori dovrebbero secondo me essere presenti in questo filosofeggiare. Dopotutto questo è un libro che nasce per dare il via al dialogo filosofico, e di certo non si dialoga da soli. Ecco secondo me l’iter più adatto da seguire. Prima di tutto i genitori dovrebbero approcciarsi al testo in modo autonomo, leggendo con estrema attenzione l’introduzione di Umberto Galimberti. È un’introduzione brillante, che necessita di un po’ di concentrazione da parte di chi non è abituato al filosofeggiare. È un’introduzione che fa comprendere ai genitori non tanto, o meglio non solo, che cosa sia la filosofia e perché sia importante inserirla nelle nostre vite, quanto come aiutare bambini e ragazzi a crescere bene, a diventare capaci di inserirsi nella società in cui viviamo, vivendo insieme agli altri, condividendo, senza entrare mai in lotte, conflitti, aggressioni. A quel punto il testo deve essere assaporato da bambini e genitori insieme. Insieme è possibile leggere i testi e i piccoli giochi filosofici che sono indicati. Insieme è bene muoversi tra le pagine alla scoperta della verità. E così mentre i bambini fanno filosofia, anche i genitori compiono questo cammino insieme a loro, per scoprire se stessi, il mondo e la verità insieme, come una famiglia merita di riuscire a fare.

Perché? 100 storie di filosofi per ragazzi curiosi di Umberto Galimberti Feltrinelli Eco

Il testo è consigliato per i bambini a partire dagli 8 anni di età. Credo che questa indicazione sia più che adatta, ma sono convinta che grazie all’aiuto dei genitori anche i bambini più piccoli possano avvicinarsi al dialogo filosofico. Io ho una bimba di appena 4 anni ad esempio e credo che sia possibile avvicinarla ad alcune pagine di questo testo. Sicuramente proverò a filosofeggiare un po’ insieme a lei!

Potete acquistare questo testo direttamente su Amazon, dove è disponibile anche nella versione Kindle. Personalmente preferisco il buon caro vecchio cartaceo, ma i gusti son gusti e capisco che molti ragazzi di oggi siano ormai iper tecnologici. Cliccate sul banner seguente per acquistare subito una copia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *